Triathlon, World Cup Weihai 2018: Alessandro Fabian il migliore azzurro in gara.

Con un tempo di 1:55:02 il triatleta padovano terzo a Karlovy Vary, si è piazzato nono, primo tra gli italiani, a pochi decimi dal norvegese Iden che ha conquistato il gradino più alto del podio con 1:53:11.

“È stata una gara davvero tosta, il nuoto non è stato tanto selettivo perché il mare era piatto, in condizioni quasi ottimali, qualche difficoltà è arrivata con la bici, un percorso impegnativo con 1,5 km di salita e un vallonato con un paio di discese abbastanza brevi ma molto ripide. Ha lasciato il segno sulle gambe compromettendo un po’ la frazione di corsa. In questa fase sono partito sul passo tuttavia le sensazioni non erano buone, un po’ offuscate, non ero stanco ma non sono riuscito ad avere una buona frequenza e non riuscendo a cambiare il ritmo non sono stato in grado di passare avanti e mi sono bloccato in quella posizione”.

Una gara su distanza olimpica: 2 giri da 750 metri a nuoto, 6 tornate da 6.7 km in bici e 4 giri da 2.5 km di corsa. Circuito mondiale che ha pesato sulla stanchezza accumulata dal campione italiano nelle ultime settimane che lo hanno visto protagonista nelle tappe di World Triathlon Series 2018 di Montreal e sul podio a Karlovy Vary, nel recente appuntamento di Coppa del mondo in Repubblica Ceca.

“In questo periodo ho lavorato tanto ma ho perso anche un po’ di brillantezza per via del ritorno a casa e delle ultime due gare disputate che si sono rivelate molto intense, questo ha certamente inciso sul risultato di oggi, almeno in parte. Mi aspettavo delle sensazioni migliori nella corsa ma tutto sommato questo è il percorso che sto facendo per recuperare i punti ITU e olimpici ed è un po’ altalenante. Il nono posto mi permette comunque di portare a casa un po’ di punti in vista della qualifica e soprattutto del ranking. In ogni caso sono abbastanza soddisfatto…al 75%!”

Per il secondo anno a Weihai, nel nord-est della Cina, la dodicesima tappa di Coppa del Mondo di Triathlon ha visto la partecipazione di 60 uomini e 44 donne, tra queste, ottimo risultato per Anna Maria Mazzetti che ha conquistato il secondo posto, battuta dalla statunitense Taylor Spivey, grande favorita della vigilia. L’altra italiana, Alessia Orla, ha chiuso 21ma. Gli azzurri in gara con Fabian: 17esimo Gregory Barnaby, 22esimo Gianluca Pozzatti, non hanno concluso la prova Davide Uccellari e Delian Stateff.

Per il campione padovano è prevista adesso qualche settimana di ritiro a Palma di Maiorca ad ottobre prima di disputare le tappe di Coppa del Mondo in Corea e in Giappone.