olimpiadi londra 2012

L’Olimpiade è’ il sogno, il desiderio più forte che un atleta professionista possa avere, perché quel giorno concretizzi tutto ciò che hai fatto negli anni precedenti per arrivare lì.

Allenamenti, sacrifici, gare .. tutto viene sintetizzato in una giornata: un evento straordinario che ti cambia per sempre la vita. Londra è stata per me un’esperienza indimenticabile. Emozioni fortissime si mi hanno accompagnato per tutta la durata dei Giochi. Forse l’emozione più intensa l’ho provata al momento della partenza della gara: eravamo tutti lì, i migliori del mondo uno accanto all’altro sul pontone.

Ai meno 10’ dal via cominci a guardarti intorno, a riconoscere tutti i grandi campioni con i quali hai lottato durante l’anno. Poi lo sguardo è andato sul pubblico .. incredibile … oltre 100mila persone assiepate per godersi lo spettacolo del triathlon olimpico.

L’adrenalina cresce di minuto in minuto; il cuore comincia a battere sempre di più. Poi, finalmente, la liberazione: si parte! Tuffarsi è stato come liberarsi. Improvvisamente dimentichi tutto e ti concentri sul gesto, sulla respirazione, sulla tattica.

La gara fila via veloce, non c’è tempo per pensare. Almeno non fino a quando non vedi l’arrivo. È fatta! Ho concluso la gara più importante della mia vita cogliendo un ottimo decimo posto.

Ora posso veramente godermi tutte le magnifiche sensazioni che ho provato e che il ricordo di quei momenti continua a farmi provare. Mi è piaciuto talmente tanto che … no .. non può finire qui: Rio 2016 .. arrivo!