Fabian a Bermuda a un anno dall’infortunio

Alessandro Fabian si prepara ad affrontare il secondo appuntamento di stagione dopo l’esordio di Abu Dhabi. Domani tornerà a gareggiare nelle Triathlon World Series e non sarà una competizione qualunque: il padovano in forza alla squadra Elements si ripresenterà alle isole Bermuda, lo stesso luogo in cui ad aprile 2018 ha riscontrato la frattura alla clavicola.

Un banco di prova fisico e mentale considerato quanto quell’incidente gli abbia pregiudicato l’andamento della stagione scorsa. Da allora Fabian ha cominciato un lento e importante periodo di riabilitazione e riatletizzazione, che lo ha portato a registrare importanti risultati: dal terzo posto in World Cup a Karlovy Vary, in Repubblica Ceca, al piazzamento come migliore Azzurro in WTS a Weihai, in Cina.

Queste le parole del campione a dodici mesi dall’incidente. “Prima di tutto spero che qualcuno non abbia voglia di cadere! A parte gli scherzi, sono comunque contento di come sono andate le cose nel frattempo perché ora ho un anno di esperienza in più e una gran voglia di andare veloce. In questo ultimo periodo ho lavorato bene. Domani spero di riportare queste buone sensazioni e aspettative in gara”.

Una nuova sfida, quella di Bermuda, patria della campionessa del mondo Flora Duffy, che Alessandro Fabian si appresta a raccogliere con tutto l’entusiasmo e la preparazione frutto dei mesi a Palma di Maiorca, in Spagna con la “JFT Crew” guidata dal CT Azzurro Joel Filliol.

La gara vedrà oltre cento atleti da tutto il mondo sfidarsi su distanza olimpica su un circuito da 1500m per la frazione di nuoto nelle acque cristalline dell’Oceano Atlantico, 40km di bici tra le vie della città di Hamilton e attorno alla leggendaria collina di Corkscrew e su 10km di corsa costeggiando gli edifici colorati tipici di Front Street.

Domani, sabato 27 aprile, si inizierà con la gara degli uomini, prevista alle 18:06, ora italiana. Alle 21:06 la gara femminile.