ALESSANDRO FABIAN DOPO LA COPPA DEL MONDO IN SARDEGNA: “STO LAVORANDO NELLA GIUSTA DIREZIONE”

Il campione padovano, 19esimo ad Arzachena, punta già la prossima gara: “Ho ancora più fame e voglia di fare bene, ottimista per Valencia”

Arzachena, 12 ottobre 2020 – Sono riprese ufficialmente da un paio di mesi le gare del triathlon internazionale: dopo i Campionati del Mondo di Amburgo e la tappa della World Cup di Karlovy Vary, lo scorso fine settimana è stata la volta della Coppa del Mondo ad Arzachena, in Sardegna. Alessandro Fabian, reduce da un soddisfacente 13esimo posto in Repubblica Ceca (miglior italiano), ha confermato le buone sensazioni ottendendo il 19esimo posto.

“E’ stata una gara davvero durissima, in un contesto magnifico, con un percorso tosto e bellissimo, che mi lascia ancora più fame e voglia di migliorare. Un piazzamento che mi spinge a continuare a lavorare, nella consapevolezza di essere nella giusta direzione – ha dichiarato il campione padovano – I feedback sono buoni, conto di essere al top della forma per Valencia a inizio novembre”. Atteggiamento positivo e propositivo per Alessandro, che ormai è entrato stabilmente nell’élite del triathlon internazionale, e che punta alla terza Olimpiade consecutiva a Tokyo 2021: “Resta il mio sogno più grande e lo inseguirò fino alla fine”.

Ma non solo, perché nella vita del campione gestito dall’agenzia EIS c’è spazio anche per altre passioni, come l’attenzione per l’ambiente: congedato dal Gruppo Sportivo Carabinieri, ha fondato una squadra, la «Elements», impegnata a formare gli atleti e a sensibilizzare le persone all’importanza dell’ecosostenibilità. Inoltre, nel 2019 ha dato il via al progetto “Elements Fury” che si è posto l’obbiettivo di sensibilizzazione alla salvaguardia del pianeta, mentre quest’anno è diventato capitano dei “Green Heroes”, una squadra di Super-campioni al servizio dell’ambiente che diffondono messaggi di rispetto e tutela della natura.